• Obesità: così peggiora infiammando l’intestino

Obesità: così peggiora infiammando l’intestino

Obesità. Non è solo una malattia per chi la vive, ma un vero e proprio circolo vizioso dal quale sembra impossibile uscire. In tanti si chiedono perché il percorso sia così difficile e se vi siano meccanismi a livello metabolico che influiscono rendendo la situazione sempre più grave. Gli studiosi hanno recentemente scoperto che l’Obesità determina un’infiammazione dell’intestino che a sua volta aggrava la patologia. L’infiammazione cronica dell’intestino causata dall’Obesità va ad incidere sulla resistenza all’insulina con conseguente ed ulteriore passaggio di grassi e zuccheri nei tessuti.

 

L’alterazione della mucosa intestinale scatena dunque un problema nell’assimilazione delle sostanze nutritive. A scoprire questo passaggio chiave sono stati i ricercatori francesi dell’Inserm, del CNRS, e dell’ospedale Pitié-Salpêtrière. Lo studio pubblicato su Cell Metabolism ha messo a confronto l’intestino di 185 pazienti con 33 soggetti normopeso ed è stato dimostrato un aumento della superficie intestinale responsabile delle alterazioni peggiorative dell’obesità: l’elemento indicativo è il proliferare di linfociti T nella zona della mucosa intestinale del tenue dei pazienti obesi. L’infiammazione costante della mucosa fa fluire zuccheri e grassi verso gli altri tessuti. Questo di passaggio di nutrienti era già noto ma non era conosciuto il meccanismo all’interno di questa particolare zona dell’intestino tenue.

La Ricerca offre come sempre spunti eccezionali per la cura e la comprensione di determinate malattie. Quest’ultima conferma l’importanza di un approccio integrato nella cura dell’Obesità e tranquillizza chi è affetto dalla patologia: sono i meccanismi stessi dell’Obesità a rendere il percorso difficile non è la ‘mancanza di volontà’ ad influire, come molti erroneamente pensano riguardo a questa malattia.. Per questo motivo i pazienti del CMSO che devono perdere peso e desiderano sconfiggere l’Obesità vengono seguiti a 360° senza trascurare alcun aspetto, compreso quello metabolico e psicologico. Insieme si è più ostinati dell’Obesità!

Nessun Commento