Bevande senza zucchero e l’amara verità…

Postato da on gennaio 15, 2017 in Nutrizione | 0 commenti

La convinzione che la scritta “light” renda ogni cibo sano e “dietetico” resta ancora oggi, purtroppo, ben radicata in milioni di persone. Nonostante gli sforzi ed i richiami della scienza sulla prudenza nell’assunzione delle bevande cosiddette “light” (per intenderci, quelle con ridotto contenuto di zuccheri), il loro consumo non subisce cali ma soprattutto non avrebbe nessun effetto sull’epidemia di obesità, anzi…

 

C’è un’amara verità di fronte alla quale la scienza ci pone: le bevande light non sono affatto dietetiche né tantomeno leggere. Sarebbero invece una vera e propria “trappola”, in grado di stimolare l’effetto opposto. Difficile da credere ma sembra che, secondo quanto dichiarato e portato alla luce dagli scienziati, le bevande light non siano affatto utili a perdere peso. Questo si verrebbe a determinare perché i dolcificanti messi al posto dello zucchero stimolerebbero i recettori del gusto, portandoci addirittura a mangiare più di prima. L’Imperial College di Londra e due università brasiliane hanno sfatato la convinzione che le bevande light dolcificate aiutino a perdere peso. Il consumo di queste bibite nei paesi ad alto tasso di Obesità sarebbe collegato all’aumento della malattia così come all’aumento del tasso di diabete di tipo 2. Gli esperti invitano dunque a non lasciarsi attrarre dalle sirene delle poche calorie: l’idea di consumare un cibo light scatenerebbe infatti la voglia fisiologica di mangiare dell’altro, rovinando i progressi fatti.

Insomma, oltre ad un cambio dello stile di vita alimentare, per recuperare salute e perdere invece il peso dannoso, serve anche un importante cambio di mentalità sfuggendo a ciò che marketing e consumismo negli ultimi anni ci hanno proposto. Non demonizziamo le bevande light ma ricordiamoci che… non basta un’ etichetta con la scritta “light” a farci perdere peso.

Bevande senza zucchero e l’amara verità…

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>