Fumo: scoperti nuovi collegamenti con Diabete ed Obesità

Postato da on novembre 7, 2014 in Diabete, Stile di Vita | 0 commenti

Malattie croniche e stile di vita sbagliato sono strettamente collegate, ormai è noto. Il vizio del fumo, lo sapete benissimo, è tra i più pericolosi detonatori di mortalità e malattie… Oggi arriva una scoperta che dimostra il legame del fumo con malattie come Diabete ed Obesità. I ricercatori della Brigham Young University di Salt Lake City hanno pubblicato sulla rivista American Journal of Physiology, Endocrinology and Metabolism uno studio che spiega come il fumo provochi resistenza ad insulina. E a determinare queste conseguenze negative sarebbe addirittura il fumo passivo, quello a cui spesso i fumatori espongono coloro che entrano in loro contatto.

 

Sono state analizzate le funzioni metaboliche delle cavie da laboratorio, sottoposte a fumo passivo, e si è scoperto come questo determinasse un rapido aumento di peso. La sigaretta porterebbe le ceramidi ad alterare i mitocondri cellulari, causandone una modifica delle funzioni e di conseguenza anche una modifica della risposta all’insulina. Per compensazione verrebbe aumentata una secrezione che porterebbe a notevoli cambiamenti a livello metabolico determinando l’insorgenza di diabete, l’aumento del colesterolo, l’ipertensione e conseguentemente l’obesità. Lo studio nasce dall’esigenza di un farmaco che blocchi le ceramidi e protegga il metabolismo degli adolescenti, il 20% dei quali negli USA è vittima del fumo passivo. I ricercatori notano anche come nelle case dei tabagisti l’inquinamento non abbia “nulla da invidiare” a quello di grandi metropoli inquinate.

Questa ricerca non può che portarci a riflettere. Innanzitutto non è possibile pensare di curare Diabete, Obesità ed Ipertensione senza una modifica netta dello stile di vita, con il conseguente abbandono del vizio del fumo. Davvero non avrebbe senso impegnarsi a fare movimento e ad alimentarsi bene senza rinunciare al fumo! Poi va fatto ancora oggi un invito alla responsabilità: esporre le persone al fumo passivo significa caricare anche sulle loro spalle il peso di una futura malattia. Non esageriamo a pensare che un po’ di attenzione in più in questo senso possa in futuro salvare delle vite.

Il CMSO è anche e soprattutto prevenzione e non potevamo non ricordarvelo! Seguite dunque le nostre prescrizioni e cambiate – in meglio – il vostro stile di vita, anche e soprattutto gettando via le sigarette.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>