Italiani campioni di sedentarietà

Postato da on settembre 30, 2013 in Stile di Vita | 0 commenti

Qualche giorno fa abbiamo lanciato un appello a Voi lettori del blog-lavoratori: se potete, andate al lavoro a piedi o in bicicletta e sarete protetti dal rischio di ipertensione e diabete.

Questo appello alle abitudini salutari di movimento assume oggi ancora più forza dopo la pubblicazione delle ultime statistiche sulla sedentarietà dei cittadini europei… Noi italiani riceviamo la “maglia nera” dei meno attivi d’Europa: ogni giorno percorriamo in media soli 800 metri a piedi!

 

Imbarazza il confronto con il podio, dove svettano i norvegesi che camminano per ben 3,3 km al giorno, seguiti dagli altri scandinavi svedesi e danesi che macinano i loro 3,1 km. Dall’indagine, curata da un sito europeo dedicato alla dietetica, emergono altre nostre “abitudini” scorrette quali la pennica prolungata – gli amanti sono il 72% tra i cittadini del centro sud- (scoprite cosa ne pensavano della pennica i Dottori della Scuola Medica Salernitana  e l’abbuffata post-passeggiata che vanifica gli effetti dell’attività motoria.

Questo scenario non ci meraviglia. Il nostro compito rimane quello di segnalarvi abitudini di vita in grado di “proteggervi”, per quanto possibile, dalle malattie. Se insieme alle abitudini non cambia la “mentalità” possiamo fare ben poco.

Al CMSO riteniamo che “intervenire sullo stile di vita” dei pazienti sia importante tanto quanto – se non di più – intervenire sulla malattia in via terapeutica. Non è un caso che faccia parte del nostro Team un personal trainer dedicato che segue ed invoglia i pazienti a cambiare le proprie abitudini di movimento.

0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Obesità: responsabile non è solo l’alimentazione | CMSO - [...] lipidiche, che sono molecole che trasportano i grassi” hanno spiegato i ricercatori. La sedentarietà quindi farebbe espandere il grasso …

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>