Obesità, ecco perché si ingrassa: questione… di naso?

Postato da on gennaio 12, 2016 in Stile di Vita | 0 commenti

Perché si tende ad ingrassare mettendo kili dannosi alla Salute e difficili da perdere? E se fosse tutta una questione di odore e di olfatto? L’obesità è costantemente studiata dagli esperti di tutto il mondo ed ogni giorno arriva una nuova scoperta utile a far comprendere meglio i meccanismi che portano all’accumulo spropositato di peso difficile da smaltire. Il naso, come anticipato, sembra avere un ruolo non secondario in nel processo che porta all’obesità.

 

A compiere uno studio sono stati i ricercatori dell’Hospital Infantil de México Federico Gómez. La ricerca presentata alla Radiological Society of North America è stata condotta sui bambini, categoria decisamente a rischio (specie in Italia) di ammalarsi di Obesità. Ebbene gli scienziati, nello studiare con attenzione il legame tra i meccanismi ossessivo compulsivi e l’obesità hanno fatto una interessante scoperta sull’olfatto.
Analizzando le connessioni cerebrali di 30 bambini (età dai 6 ai 10 anni) sia normo peso che obesi dopo aver annusato alimenti come cioccolato, cipolle e liquido inodore si è scoperto che nei bambini obesi si attivavano le aree deputate ai comportamenti ossessivo-compulsivi, cosa che non accadeva nei bambini non obesi.

Cosa significa? Una importante connessione tra obesità e comportamenti cerebrali è innegabile ed approfondendo questo legame sarà possibile in futuro trovare meccanismi in grado di inibire i comportamenti che portano alla malattia. Al CMSO l’Obesità si affronta sotto diversi aspetti, incluso quello dei comportamento alimentare e del rapporto con il cibo, perché anche per l’Obesità, come tutte le altre malattie endocrino metaboliche l’approccio deve essere rigorosamente… “a 360°”!Obesità, ecco perché si ingrassa: questione… di naso?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>