Obesità infantile in calo? Non per noi campani…

Postato da on dicembre 10, 2015 in Nutrizione, Stile di Vita | 0 commenti

Sono ancora tanti i bambini e gli adolescenti che per motivi di salute dovrebbero perdere peso. Anche quest’anno la Campania riceve la sua consueta “maglietta” per l’obesità infantile… e con una novità, purtroppo negativa: nonostante il trend che vede un miglioramento delle percentuali nel resto d’Italia, nella nostra i tassi di obesità sarebbero addirittura in aumento!

 

Il progetto Okkio alla Salute nel consueto report annuale comunica i numeri della malattia rilevati su circa 48.426 bambini con alcune notazioni interessanti. Si conferma anche quest’anno un collegamento tra la percentuale dei genitori obesi e sovrappeso con quella dei figli. Ad influire sulla assegnazione della maglietta alla nostra Campania, che proprio non vuole saperne di andare altrove, è la grave assenza di strutture scolastiche con impianti sportivi e mense adeguate. Questo chiarisce un aspetto importante: il ruolo della scuola e delle istituzioni nell’educazione alimentare dei ragazzi, i quali fin da piccoli dovrebbero avere la possibilità anche fuori casa di praticare sport ed alimentarsi correttamente. Non è certo il momento di arrendersi: ogni maglietta nera arrivata finora è stata uno stimolo per fare sempre di più contro l’Obesità e per promuovere uno stile di vita attivo.

Nel corso della Tavola Rotonda dell’ultimo giorno del Corso Specialistico in Endocrinologia, moderata dal giornalista Michele Mirabella, insieme al Prof. Orio Responsabile Area Endocrinologia del CMSO, si è parlato con i ragazzi delle scuole medie e superiori anche e soprattutto di obesità e di esercizio fisico, invogliando i ragazzi a modificare le loro abitudini per conquistare un futuro di Salute. Dobbiamo toglierci di dosso questa maglietta nera e solo con le iniziative di prevenzione e con un forte impegno da parte di tutti, senza dimenticare un’attenzione per la divulgazione di corrette informazioni, riusciremo a dare una sterzata a questi dati che non fanno certo onore. La lotta contro l’Obesità non conosce età ed in fase adolescenziale richiede un approccio delicato e specializzato ad opera di professionisti seri, un approccio innovativo che rende il CMSO innovativo nella cura e prevenzione dell’Obesità. Insieme si può perdere peso e guadagnare Salute… e sorriso!

Obesità infantile in calo? Non per noi campani...

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>