Perdere Peso? Scopriamo “come” con il Dott. Marcello Orio

Postato da on maggio 11, 2015 in Conosciamoci meglio, Stile di Vita | 0 commenti

Complice l’arrivo dell’estate, cresce in tantissimi il desiderio di perdere peso e conquistare la giusta forma fisica. In realtà, questo desiderio si può ritenere davvero “esaudito” solo se alla perdita dei kili in eccesso si abbina anche la conquista della Salute. Sì, perché l’obiettivo di un Centro Medico Specialistico deve essere innanzitutto la Salute dei pazienti e non sempre chi perde kili riesce a coniugare anche questo aspetto fondamentale. È possibile perdere peso e ottenere risultati in poco tempo mantenendo un eccellente stato di Salute? Lo abbiamo chiesto al Dott. Marcello Orio, Direttore Sanitario del CMSO.

 

“Perdere peso in poco tempo rimanendo, o meglio, conquistando finalmente uno stato di Salute ottimale è possibile. Il CMSO propone un vero e proprio Percorso di Perdita di Peso studiato intorno alle esigenze di vita e di Salute dei pazienti, che sta dando risultati molto soddisfacenti” ci spiega il Dott. Orio.

In cosa consiste il Percorso del CMSO? Perché non ci si basa più sulla singola visita?

“Non ha senso basarsi solo sulla singola visita proprio in virtù dell’obiettivo da raggiungere. Nel percorso ogni momento è funzionale al successivo e la perdita di peso è garantita proprio dal fatto che il paziente viene seguito passo dopo passo non solo dal punto di vista della dieta, come siamo abituati a sentire, ma anche dell’esercizio fisico e soprattutto eliminando ciò che è dannoso per la salute ovvero la massa grassa. Un monitoraggio costante del quadro generale e della massa grassa avviene grazie all’analisi della composizione corporea che effettuiamo per mezzo dell’esame impedenziometrico e grazie alle analisi ormonali che guidano il nostro metabolismo. Grazie a questo, possiamo valutare esattamente il percorso compiuto e gli effetti ottenuti. Dobbiamo abbandonare quindi l’idea classica del ‘foglietto’ appeso al frigo con le indicazioni sui grammi e sulle calorie”.

Niente dieta allora???

“Al CMSO preferiamo parlare di regime alimentare personalizzato, che viene elaborato dallo Specialista Nutrizionista del Centro e consta di varie fasi: spesso nel periodo iniziale, per sbloccare il metabolismo, viene proposto un regime alimentare a chetogenesi controllata, che gradatamente vira ad un regime “mediterraneo” con l’incremento dell’esercizio-fisico terapia e con le modifiche dello stile di vita. Il tutto è personalizzato sulle base delle esigenze, della composizione corporea e metabolica e dei parametri della persona”.

Ma c’è un elemento che contraddistingue il CMSO: l’integrazione con l’esercizio fisico.

“Il CMSO è stato tra i primi centri a puntare sul binomio attività fisica-regime alimentare per perdere peso e abbiamo avuto conferma negli anni di come questo metodo produca risultati incredibili e duraturi. I nostri pazienti, in una determinata fase del percorso, integreranno il regime alimentare controllato con esercizi fisici mirati insieme ad uno specialista del settore”.

I pazienti del CMSO perderanno peso e saranno pronti per la “Prova Salute”?

“L’estate è vicina e molti pensano alla prova costume, obiettivo “ a breve termine”. A noi interessa piuttosto la “prova salute” che è un traguardo che, come detto, si può raggiungere anche a breve ma che va monitorato “a lungo”. Al CMSO sono tanti i pazienti che hanno perso numerosi kili, in poco tempo e in maniera totalmente sana. Non è uno slogan, ma il risultato di un metodo che integra più competenze disciplinari i cui frutti sono davanti agli occhi di tutti e che rende i pazienti più magri, più sani ma soprattutto più sorridenti grazie all’autostima finalmente riconquistata! Questo è il risultato più importante a cui teniamo al CMSO”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>