Tiroide: per proteggerla più pesce ed alghe nella nostra alimentazione

Postato da on luglio 15, 2013 in Endocrinologia | 0 commenti

Mangiare pesce fa bene alla nostra tiroide. Non è una novità: fu sottolineato già nel corso della Giornata Salernitana di Prevenzione delle Malattie della Tiroide il ruolo fondamentale di pesce ed alghe nella prevenzione del gozzo e di altre patologie della ghiandola tiroidea. E proprio in tale occasione fu decisamente sfatato il “mito” di dover “respirare aria di mare” per dar beneficio alla nostra tiroide.

 

 

Si è aggiunta al coro ultimamente anche la voce degli esperti riunitisi al Convegno di Anzio “Ambiente e tiroide, il mare, lo iodio, le radiazioni”. Gli esperti fanno notare come le popolazioni che vivono vicino al mare e consumano prodotti ittici e soprattutto alghe – pensiamo al Giappone – presentino un minore tasso di incidenza delle patologie tiroidee. Al contrario, nelle zone distanti dal mare, le  percentuali di persone che soffrono di neoplasie ed altre patologie della tiroide sono decisamente più alte (addirittura il 40%).

L’apporto di iodio, che come sappiamo è fondamentale per la nostra ghiandola, va ricercato dunque “non nella brezza marina” ma in ciò che portiamo quotidianamente a tavola. Bene, ma vale lo stesso discorso fatto in merito a creme e trattamenti a base di alghe per curare la cellulite: prima di variare la vostra dieta e di variare in qualsiasi modo l’apporto di iodio all’organismo, fate uno screening della vostra tiroide per capire di quanto iodio abbia effettivamente bisogno e per non alterarne il funzionamento in un senso o in un altro.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>