Cronache dalla “3° Giornata Salernitana di Prevenzione delle Malattie della Tiroide”

Grandissima affluenza di cittadini e addetti ai lavori alla 3° Giornata Salernitana di Prevenzione delle Malattie della Tiroide, tenutasi sabato 16 marzo nello storico Salone dei Marmi del Palazzo di Città di Salerno. L’evento è stato promosso con lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza sul tema della prevenzione delle patologie tiroidee e di fare il punto sulle conquiste mediche nel campo. Al convegno – che è stato preceduto nella mattinata dall’importante iniziativa dello screening scolastico degli studenti delle prime medie  delle scuole Pirro, Tasso, Mercatello e Torrione Alto – presenti anche molti alunni delle scuole medie, intervenuti nel dibattito con gli esperti.

 

 

Il Prof. Francesco Orio, consulente del CMSO, Associato di Endocrinologia presso l’Università “Parthenope” di Napoli, Medico Universitario Endocrinologo dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” ed organizzatore scientifico dell’evento, ha inaugurato la sessione salutando e ringraziando presenti ed autorità. Il Professore ha espresso “soddisfazione ed orgoglio” per la grande “opera di servizio e solidarietà” realizzatasi grazie al coinvolgimento di autorità ed operatori sanitari, che “in maniera gratuita ed autotassandosi” hanno fornito le loro competenze, e grazie alle aziende che senza sponsorizzazione hanno fornito le strumentazioni tecniche per attuare lo screening nelle scuole.

È intervenuto poi il Dott. Enrico Coscioni, Cardiochirurgo dell’AOU “S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, anch’egli organizzatore dell’evento, il quale ha sottolineato il messaggio di “entusiasmo” portato dall’iniziativa, così importante in questi giorni di difficoltà per il paese.

Si sono avvicendati per i saluti anche il Vice Sindaco Eva Avossa, il prof. Mario Capunzo, Direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Salerno, il Prof. Vito Preside della Facoltà di scienze motorie dell’Università Parthenope di Napoli, il Prof. Gaetano Lombardi, Past President della Società Italiana di Endocrinologia, ora Presidente della FIDEAMO, il Dott. Giovanni D’Angelo Vice Presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Salerno, la dott.ssa Elvira Lenzi, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, il dott. Silvio Settembrini, Consigliere Nazionale dell’Associazione Medici Endocrinologi.

Nel corso della Tavola Rotonda seguita ai saluti, i cittadini presenti hanno posto domande direttamente agli esperti presenti in sala – tra i tanti endocrinologi vi erano il Prof. Bellastella della Seconda Università di Napoli, la Prof.ssa Bernadette Biondi, il Prof. Lombardi ed il Prof. Salvatore dell’Università Federico II di Napoli – ed hanno voluto chiarimenti sui collegamenti tra insonnia ed insufficienza tiroidea, sull’incidenza delle patologie tiroidee tra le donne fertili nella stessa famiglia, sulla Tiroidite di Hashimoto, sulla iodoprofilassi , sui legami con il diabete, sul cancro alla tiroide.

Abbiamo assistito ad grandissima esperienza di interazione medici-cittadinanza, da prendere ad esempio non solo per la prevenzione dei problemi della tiroide, ma per la prevenzione delle malattie in generale.

1 Commento