Diabete tipo 2: scoperto metodo per ritardarlo di molti anni

Abbiamo in precedenza sottolineato il rischio corso da coloro che non soffrono di Diabete ma vivono una condizione di pre-diabete, tale da costituire un importante campanello d’allarme in fatto di prevenzione. Allo scorso congresso dell’ADA a San Francisco è stata anche evidenziata una delle strategie migliori in fatto di prevenzione del rischio di Diabete di tipo 2.

 

Secondo uno studio storico, della durata di 15 anni,  il Diabetes Prevention Program Outcome Study (Studio del Programma di Prevenzione del Diabete) realizzato da diversi National Institutes of Health americani, esisterebbe un modo comprovato per allontanare il Diabete di tipo 2 dalle persone ad alto rischio e per molti anni. Qual è il metodo ‘miracoloso‘?

Gli studiosi americani non parlano di ‘miracoli’ ma di un programma mirato di alimentazione ed attività fisica. Vi suona familiare? Ebbene, lo studio ha valutato due tipi di interventi sui pre-diabetici: uno sullo stile di vita prevendendo un aumento dell’attività fisica, l’altro basato sull’assunzione di un farmaco, nello specifico la metformina. La riduzione del rischio di Diabete di tipo 2 è stata confermata del 58% nel primo caso e nell’altro caso del 31% rispetto ad altri individui che assumevano placebo.

Lo studio ha evidenziato un altro dato importante riguardo ai pazienti che non si sono ammalati di diabete: la riduzione del rischio di complicanze microvascolari. Il “refrain” che amiamo ripetere al CMSO, quello della dieta e dell’attività fisica come arma di prevenzione del Diabete, è dunque molto amato anche dalle istituzioni mediche americane – e ci piace ricordare che quello americano è proprio il nostro metodo e modello di riferimento- e si conferma giorno dopo giorno valido soprattutto dal punto di vista scientifico.

Nessun Commento